logo1

A Re la manutenzione della provinciale la fanno i residenti

 

Il sindaco Patritti : " In molti hanno risposto al nostro appello. Senso civico molto alto in paese "

 

strada re pulizia

La Provincia non interviene? Ci pensano gli abitanti. Succede a Re, in Valle Vigezzo, dove la popolazione – preoccupata per le condizioni in cui versa la strada provinciale, ha deciso di scendere in campo, anzi direttamente in strada. Armati di decespugliatori e carriole – ma soprattutto di molto senso civico -  gli abitanti del Comune vigezzino si sono dedicati alla pulizia della strada provinciale “Meis-Dissimo-Olgia”. "Considerato che la Provincia non ha dotazioni finanziarie e personale in grado di assicurare la manutenzione della strada e visto che alcuni cittadini avevano manifestato la propria disponibilità ad eseguire volontariamente gli interventi, la nostra amministrazione - spiega il sindaco di Re Massimo Patritti - ha organizzato una giornata dedicata al taglio del verde che invadeva la sede stradale, alla pulizia delle cunette e al taglio di alberi che si trovavano in zone di pericolo e che avrebbero creato danni nel periodo invernale”. L'appello del Comune ha ottenuto un ottimo riscontro, anche superiore alle aspettative: una trentina di volontari hanno infatti partecipato attivamente alla giornata di pulizia con il Comune che ha messo a disposizione i mezzi e offerto colazione e pranzo ai partecipanti. "Personalmente – evidenzia Patritti - sono molto soddisfatto in quanto ritengo vi sia stata una grande dimostrazione di senso civico da parte dei miei concittadini, che ringrazio uno ad uno. Allo stesso tempo credo però che possa anche essere un monito per i piani alti della politica; mi auguro vivamente che la tendenza che stiamo vivendo, con  episodi simili al nostro in altre realtà locali del territorio, non venga ritenuto un orientamento consolidato da parte della Provincia”. “L’auspicio – conclude il sindaco - è infatti che non si debba nuovamente fare intervenire i cittadini che oltre ad essere tali sono anche contribuenti e pagano ogni anno il conto di una gestione che non dovrebbe avere questo tipo di falle".

 

Marco De Ambrosis

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa