logo1

Tanta gente a Macugnaga per la Fiera di San Bernardo

In molti però nel passato fine settimana hanno scelto la perla del Rosa anche per un'escursione, più o meno impegnativa

 

macugnaga sanbernardo

 

Lo scorso fine settimana tanta gente a Macugnaga in occasione della tre giorni di Fiera di San Bernardo: decine di bancarelle rosse con artigianato alpino, enogastronomia ed antiquariato hanno punteggiato la piazza del paese e i dintorni, accompagnando la passeggiata fino alla chiesa vecchia e all'antico tiglio simbolo della comunità macugnaghese.

Ma non solo fiera. Già perché complice la giornata soleggiata non sono mancati gli escursionisti a caccia di sentieri più o meno impegnativi. Abbiamo seguito quelli che sono saliti all'Alpe Burki, in seggiovia, a piedi, oppure in bicicletta. Un tracciato facile e per tutta la famiglia tra prati verdeggianti, impetuosi rii dall'acqua ghiacciata, placide mucche al pascolo. C'è chi la tappa enogastronomica l'ha fatta qui, chi invece ha proseguito verso il Belvedere. Un'altra salita, ombreggiata, ma un pò più lunga e ripida. L'alternativa più comoda è certamente la seggiovia, che in pochi minuti porta dai 1650 metri del Burki ai quasi 2 mila del Belvedere. Qui la temperatura è decisamente più fresca, l'aria frizzante d'alta montagna si sente, c'è la morena del ghiacciaio percorsa dal sentiero che in meno di un'ora porta al Rifugio Zamboni. Sorprendente è il contrasto tra il grigio della pietra e del ghiaccio e la ricca flora alpina che colora il cammino. Posato lo zaino, al cospetto di sua maestà il ghiacciaio del Belvedere ci si può sedere per un panino – mai così buono come dopo una bella camminata - , per una polenta, per un piatto di formaggi e salumi nostrani in compagnia.

Se dopo la vostra passeggiata in quota avete voglia di conoscere qualcosa in più della gente e della storia di Macugnaga, la merenda programmatela nella frazione di Pestarena, dove fino al 1961 erano attive le miniere d'oro. Troverete un piccolo museo e persone pronte a raccontarvi un mestiere duro, che ha segnato profondamente tante famiglie ossolane e non solo perché la manovalanza arrivava da tutta Italia. In memoria dei minatori defunti domenica 14 luglio alle 18,30 in Parrocchiale a Macugnaga concerto organizzato dalla Cappella Musicale del Calvario: il coro Romano Gandolfi di Milano eseguirà la Petite Messe Solennelle di Rossini.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa