logo1

Frana Formazza, sempre fuori casa gli sfollati

Ruspe ancora al lavoro intanto si progetta una piano di messa in sicurezza per Valdo

formazza frana

 

A Formazza ruspe al lavoro per continuare nelle operazione di svuotamento del vallo sottostante la frana di Valdo. Si lavora incessantemente per bonificare la zona e permettere ai 20 sfollati di rientrare nelle loro abitazioni. Persone al momento ospitate da parenti o sistemate in seconde case di proprietà o in affitto. Il bel tempo degli ultimi giorni sta facilitando i lavori. L’allarme maltempo dei giorni scorsi aveva invece fatto aumentare i timori in paese. “ Si guarda al cielo con trepidazione ad ogni allarme maltempo. Ora però si sta lavorando. Speriamo quanto prima di poter riportare le persone nelle loro case, e di poter considerare l’area della frana zona sicura “ spiega il sindaco, Bruna Papa. Il Comune d’accordo con i tecnici regionali ha affidato ai geologi lo studio dell’area. “ Si lavora su più fronti – dice Papa -. La messa in sicurezza odierna è prioritaria ma dobbiamo pensare anche al futuro. Scongiurare nuovi pericoli. Con le opere pubbliche della Regione abbiamo concordato un percorso . Lo studio in atto va nella direzione di aiutarci a capire la soluzione ottimale. Capire cioè come la montagna si sia modificata nel tempo e quali opere devono essere fatte“. Mentre gli esperti sono al lavoro per capire come la frana ha modificato la montagna, lungo la statale 659 i camion hanno fatto la spola fra Valdo e Foppiano. Parte del materiale estratto dal vallo è stato depositato in un vecchia cava dismessa che necessitava di essere riempita. Altro materiale è invece impiegato nelle adiacenze dell’area franata.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa