logo1

Nuovo parcheggio gratuito per le moto ad Arona

Stalli nello spazio dell’ex dogana di viale Baracca, di fronte a piazzale Aldo Moro, accanto alla stazione ferroviaria. Sarà attivo da domenica 26 m

 

arona cartello

 

I motociclisti avranno un nuovo parcheggio gratuito ad Arona. Non sarà lontano da piazza Alpini d’Italia, dove solitamente sostavano il sabato e la domenica, ma nello spazio dell’ex dogana di viale Baracca, di rimpetto a piazzale Aldo Moro, accanto alla stazione ferroviaria. Sarà gratuito e attivo già da domenica 26 maggio. Spiega il sindaco della città, Alberto Gusmeroli:<Nell’ambito del progetto “Arona Lake & Shopping” i commercianti ci hanno chiesto di trovare una nuova collocazione per i motociclisti, per soddisfare la richiesta abbiamo individuato l’area che ci è stata concessa senza costi dalle Ferrovie dello Stato>.  Questo non significa che gli amanti delle moto non potranno più sostare in largo Alpini d’Italia:<Certamente questa nuova collocazione non preclude la possibilità per i centauri di posteggiare comunque in largo Alpini, solo che dovranno pagare il ticket come per le auto. Lo potranno fare anche senza esporre il biglietto grazie alle applicazioni Easy Park e My Cicero, oppure tramite Telepass dei quali i parcheggi di Arona sono dotati da circa un anno>.  Il nuovo parcheggio gratuito sarebbe nato, su richiesta dei commercianti, per non sottrarre posti auto nei festivi in un luogo centrale del lungolago.  Qualche amante delle due ruote a motore si è adirato in quanto il parcheggio ex Dogana si trova più decentrato rispetto al precedente, per cui chi si allontana dalla moto per fare due passi sul lungolago non l’avrà più sotto controllo. Si è fatto portavoce di questa protesta anche Gian Paolo Varetto, motociclista che si occupa di motori a livello giornalistico. Originario di Torino, è residente da oltre un decennio sul lago, prima ad Arona, ora a Dormelletto. Le sue osservazioni su una lettera indirizzata al primo cittadino:<Largo Alpini è un ritrovo storico per i motociclisti fin dagli anni ’70; è un’istituzione, un vero e proprio raduno spontaneo che porta introiti agli esercenti. Per i turisti che passeggiano sul lungolago è piacevole ammirare nei festivi e prefestivi i numerosi bolidi che arrivano anche da fuori regione> ha rimarcato il giornalista.

 

di Franco Filipetto

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

Ultime news

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa