logo1

Manifestazione a sostegno del ripristino della ferrovia Arona-Santhià

In poco meno di un centinaio si sono ritrovati con in testa il sindaco Piero David, il vicesindaco di Arona Federico Monti, il vicepresidente dell’associazione Ferrovia Internazionale Torino–Svizzera Michele Cimelli

trenopasseggeri

 

Non si arrendono i sostenitori per il ripristino della linea ferroviaria Arona – Santhià. Hanno promosso una manifestazione con partenza dalla stazione di Comignago. In poco meno di un centinaio si sono ritrovati con in testa il sindaco Piero David, il vicesindaco di Arona Federico Monti, il vicepresidente dell’associazione Ferrovia Internazionale Torino–Svizzera Michele Cimelli. L’iniziativa ha avuto anche il patrocinio dell’associazione “Alleanza per la mobilità dolce” (A.Mo.Do). Inutilizzati dall’autunno 2012, quando la linea è stata soppressa, i binari hanno visto i partecipanti percorrere un lungo tratto verso Gattico. Cimelli nel suo discorso ha ricordato l’impegno dell’associazione Afits nel battersi per il ripristino della linea:<Le va restituito il ruolo di ferrovia internazionale tra Torino e la Svizzera – ha detto -. L’associazione ribadisce la propria indipendenza politica, siamo preoccupati non solo per l’Arona – Santhià, ma per il futuro dei collegamenti ferroviari nel nostro Paese ed in Piemonte che dal 2012 ad oggi ha visto tagliare ben dodici linee definite “rami secchi”. Tutto questo non fa che favorire il traffico su gomma che genera inquinamento e problemi alla viabilità>. Il vicesindaco di Arona Monti ha affermato:<Come è possibile che una grande risorsa come questa linea ferroviaria, anziché essere potenziata, venga smantellata. Siamo in un' epoca nella quale si tende a limitare il traffico su gomma di merci e pubblico a favore delle vie d’acqua e su rotaia in tutto il mondo, e noi in Italia smantelliamo ciò che abbiamo anziché valorizzarlo>. Un barlume di speranza per la riattivazione di questo collegamento tra il lago Maggiore e Torino lo ha portato il fatto che in alcuni tratti sono stati effettuati lavori per il mantenimento funzionale di impianti elettrici e semaforici, come quello tra Arona e Dormelletto messo in atto lo scorso anno. Afits ha inoltre allestito, all’interno del ristrutturato magazzino merci della stazione di Comignago, una mostra sul trasporto ferroviario che sarà visitata da studenti e docenti.

 

di Franco Filipetto 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa