logo1

Regione Piemonte stanzia i fondi per la messa in sicurezza del versante di Bettola

La Provincia convocherà il tavolo tecnico propedeutico all'avvio dei lavori

frana bettola foto

 

Il dipartimento nazionale della Protezione civile pronta a rivedere la decisione sulla dichiarazione dello stato di emergenza per la statale del lago Maggiore. La novità è emersa nel corso della videoconferenza che oggi pomeriggio ha riunito attorno allo stesso tavolo Regione Piemonte, capo della protezione civile e il sottosegretario al Mise Crippa.

 

E’ stato deciso che gli uffici regionali invieranno, nei prossimi giorni, a Roma, al dipartimento della protezione civile nuovi studi sulla statale 34. Studi promossi dall’Unione dei comuni del Lago Maggiore e che mettono in evidenza tutti  gli interventi necessari sui versanti della statale. Si tratta di documenti importanti valutato che serviranno il dipartimento della protezione civile per decidere se accogliere o meno la richiesta della dichiarazione di stato di emergenza.

Novità ci sono anche sul fronte della provinciale 166. La Regione ha infatti stanziato 380mila euro per la messa in sicurezza della frana di Bettola e che da 10 giorni ormai causa la chiusura della provinciale fra Mergozzo e Premosello Chiovenda. Già nel pomeriggio gli uffici provinciali hanno provveduto ad avviare i contatti perché si arrivi in tempi brevi alla convocazione del tavolo tecnico propedeutico all’avvio dei lavori di messa in sicurezza del versante. Opere che non si preannunciano facili. Per la loro esecuzione servirà infatti bloccare la linea ferroviaria del Sempione. Per questo motivo la Provincia ha convocato al tavolo tecnico oltre ai geologi e tecnici anche le ferrovie.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa