logo1

Barista truffato. A processo due tedeschi

Convincono un barista verbanese a consegnare loro 300 mila euro da investire in titoli tedeschi, ma poi spariscono
 

 

verbania tribunale4

 

La proposta di un investimento vantaggioso in titoli tedeschi si rivela una truffa da 300 mila euro. Si è aperto questa mattina il processo a due tedeschi, Dietmar Bjorn Busch e Aleksander Ruzicka, entrambi residenti a Francoforte, e già noti in Germania per questo genere di reati, accusati di aver ingannato un barista di Verbania e di avergli sottratto l’importante somma. Secondo l’accusa Busch, tra febbraio 2016 e gennaio 2017, si sarebbe conquistato la fiducia dell’uomo e della moglie, frequentando il locale e dicendo loro di essere un imprenditore nel settore della ristorazione e interessato a trasferirsi sul lago Maggiore. Un giorno avrebbe presentato ai coniugi Ruzicka, dicendo che si trattava di un esperto di finanza internazionale e proponendogli di affidare dei soldi a lui, che li avrebbe investiti in titoli tedeschi e promettendo un rendimento del 5% l’anno. Il barista in momenti diversi gli ha affidato 300 mila euro. Ruzicka lo avrebbe anche accompagnato in banca ad aprire un conto corrente su cui depositare i soldi. I due tedeschi sarebbero poi diventati irreperibili e il denaro è scomparso. Le indagini sono state coordinate dalla procuratrice capo Olimpia Bossi e condotte dal luogotenente Massimo Verzotto dei Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria.  L’udienza è rinviata al 25 ottobre. Ruzicka ha chiesto il rito abbreviato, mentre Busch proseguirà con il rito ordinario. 

 

M.e.g.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa