logo1

Saranno restaurate le vecchie mura dell’antico castello che sovrastava la Rocca Borromeo di Arona

200 mila euro da Fondazione Cariplo e ulteriore contributo di 50 mila euro del principe Vitaliano Borromeo. Soddisfatta l'amministrazione Gusmeroli

arona rocca01

 

Saranno restaurate le vecchie mura dell’antico castello che sovrastava la Rocca Borromeo di Arona. Arrivata la conferma che Fondazione Cariplo ha deliberato di donare 200 mila euro al Comune per il progetto di consolidamento e di messa in sicurezza, intervento che consentirà di togliere alcune impalcature predisposte proprio per evitare dei crolli. Il sindaco Alberto Gusmeroli si è detto soddisfatto dell’avvenuta assegnazione del cospicuo contributo e ha affermato:<Ho immediatamente avvisato il principe Vitaliano Borromeo di questa importante donazione, il quale si è reso disponibile a sostenere completamente le spese di progettazione e tutte le pratiche connesse con l’erogazione di un ulteriore somma di 50.000 euro per contribuire ai lavori di restauro>. La Rocca, proprio in questo periodo, ha aperto i battenti tutti i giorni della settimana, durante i quali si è già registrato un considerevole afflusso, favorito anche dalle primaverili condizioni meteo. Il primo cittadino ha aggiunto:<Si tratta di un risultato che ripaga me e tutta la giunta dell’impegno profuso per riuscire a ridare splendore a un sito cuore di tutti i cittadini aronesi e che sta affascinando i turisti che visitano la nostra città, risultato solo nove anni fa da considerarsi impossibile. Voglio ringraziare ancora una volta i miei assessori e i tecnici comunali per questo nuovo obiettivo centrato>. La Rocca Borromea è accessibile al pubblico grazie al comodato gratuito che questa amministrazione ha sottoscritto con la Famiglia Borromeo nel 2011; l’ accordo prevede che il sito storico resti nella disponibilità del Comune di Arona sino al 2043. Nella stanza del castello che guarda il lago sorgeva la camera dove nacque San Carlo Borromeo, discendente del nobile casato. Una targa segnaletica ne ricorda la collocazione.

 

di Franco Filipetto

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa