logo1

Istituto Maggia. Del caso ha parlato il consiglio comunale

Il sindaco Botttini all'assemblea municipale : “ Confermati i miei sospetti. Mancano i fondi. La Provincia a solo 6 milioni a fronte del 13 necessari “

stresa cons com

 

La questione “Maggia” è approdata nel consiglio comunale di Stresa ieri, venerdì. Il sindaco Giuseppe Bottini ha relazionato sulla riunione tenutasi nel pomeriggio in provincia. “Le mie supposizioni sulla mancanza di soldi per l’edificazione della nuova scuola sono state confermate – ha detto ai suoi assessori e consiglieri –. In cassa la provincia ha soltanto 6 milioni e 300mila euro, quando servirebbero 13 milioni per la realizzazione della nuova struttura. Dicono che la regione metterà 3 milioni e 900mila euro a bilancio, spalmati su 3 anni. E poi puntano a ricavare 3 milioni dalla vendita della sede di via Mainardi. Infine, un milione destinato agli arredamenti verrebbe utilizzato per la costruzione. Anche Hospes, finalmente, ha compreso che non c’è la copertura finanziaria per la nuova scuola”. Il primo cittadino di Stresa ha poi fatto sapere il perché non abbia accettato la proposta della provincia circa la realizzazione di una delle due sedi del “Maggia” nelle attuali elementari con lo spostamento degli alunni della primaria in un nuovo immobile da costruire di fianco alle scuole medie. “Non siamo riusciti a portare a termine la triangolazione del campo sportivo col precedente accordo di programma, figuriamoci questa operazione ancor più complessa – ha sottolineato –. 41mila metri cubi erano richiesti per la nuova scuola alberghiera. Le elementari ne assicurano 20mila e nemmeno con il mantenimento dell’attuale sede centrale di via Mainardi, come prospettato dalla provincia, ci saremmo avvicinati alle metrature richieste. Con gli attuali numeri del Maggia non era perseguibile l’idea della provincia. Quindi, noi rimaniamo fedeli a quanto detto: l’unica soluzione possibile a Stresa è l’area del Campetti, sempre che la provincia abbia le risorse necessarie”. Anche le minoranze hanno sposato la linea seguita dal sindaco. “Il comune si sta prendendo degli impegni, è giusto portarli avanti” ha chiosato Alfredo Macrì del Giudice di “Uniti per Stresa”.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa