logo1

La mancanza del numero legale la spina nel fianco dell'amministrazione di Verbania

Per la mancanza del numero minimo di consiglieri previsti è infatti saltata la votazione che avrebbe consentito lo spostamento del catasto a Fondotoce, dove già si trova l’Agenzia delle Entrate, avvenuta durante l’amministrazione di Marco Zacchera

 verbania palazzo flaim

E’ ancora una volta il numero legale, unito al dilungarsi dei consigli fino a tarda notte, la spina nel fianco dell’amministrazione comunale. Per la mancanza del numero minimo di consiglieri previsti è infatti saltata la votazione che avrebbe consentito lo spostamento del catasto a Fondotoce, dove già si trova l’Agenzia delle Entrate, avvenuta durante l’amministrazione di Marco Zacchera. Una proposta contestata duramente da Sinistra e Ambiente, Cittadini con Voi, Movimento Cinque Stelle e Sinistra e Unita. E chiaramente non osteggiata dal centro destra che aveva aperto la strada allo spostamento. “La zona è a rischio idrogeologico - ha detto il capogruppo dei Cinque Stelle Roberto Campana -. L’attuale sede del Catasto a Pallanza è attualmente vuota e lì potrebbe tornare l’Agenzia delle entrate, raggruppando tutti i servizi”. Secondo Renato Brignone, di Sinistra e Ambiente, “Il Pd di oggi porta a termine il programma del centro destra, mentre ai tempi di Zacchera era contrario”. Anche Damiano Colombo (Fdi) ha attaccato: “La figuraccia non la facciamo noi che abbiamo portato a casa il risultato, la fate voi che prima l’avete pensata in un modo, oggi la pensate in un altro e poi chissà”. Patrich Rabaini di Comunità.Vb ha rilevato: “I professionisti perdono una giornata di lavoro per andare all’Agenzia delle Entrate a Fondotoce. Allora bisognerebbe spostare lì anche il Tribunale”. Il sindaco Silvia Marchionini ha ribattuto: “Non capisco se si è consiglieri nell’interesse della città o di un gruppo politico cui si risponde prima dell’interesse della città. Nel 2012 sarei stata contraria anche io perché nessuno poteva prevedere che l’area diventasse quella che era oggi. Allora lo spostamento era stato in un’area in cui non c’era nulla, non perché sono stati visionari, ma perché sono stati avventati. Poi è andata bene perché quella zona sta acquisendo un suo senso e oggi è necessario legare anche il Catasto”. La mancanza di due consiglieri del Pd e la decisione dell’opposizione di non partecipare al voto hanno posto fine al consiglio all’1,20 del mattino.

di Maria Elisa Gualandris

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa