logo1

Tentano di avvelenare un cane nel suo giardino

E' successo a Vezzo di Gignese, l'episodio è stato segnalato ai Carabinieri. La famiglia se n'è accorta subito, il veterinario è riuscito a salvare l'animale

veterinario

 

Hanno tentato di avvelenare un cane all'interno del suo giardino di casa. E' successo mercoledì mattina a Vezzo di Gignese. Fortunatamente la famiglia era in casa, si è subito accorta del malessere dell'animale e tempestivamente lo ha portato dal veterinario che l'ha salvato. Referto del medico veterinario in mano, stamattina l'episodio è stato segnalato ai Carabinieri di Stresa, si sta procedendo per una querela verso ignoti dalla quale partiranno le indagini. I Carabinieri Forestali hanno quindi contattato la famiglia perchè nei prossimi giorni effettueranno un sopralluogo in zona con un cane antiveleno.

E' la padrona del cane, un pastore belga femmina, a raccontarci l'accaduto e ad esortare tutti i proprietari di cani della zona a tenere gli occhi bene aperti. Loro subito si sono accorti che l'animale stava male e presentava i tipici sintomi da avvelenamento: tremori, vomito, lingua fuori. Il veterinario è intervenuto per fare espellere la sostanza, nel referto parla chiaramente di avvelenamento da metaldeide, un prodotto usato in agricoltura come lumachicida, prodotto che il proprietario del cane non aveva all'interno della propria residenza e veleno che purtroppo spesso viene utilizzato per la preparazione di polpette letali.

Dalla zona riferiscono di altre segnalazioni di veleni destinati ai quattrozampe in passato, si trattava di topicida ritrovato però in luoghi pubblici. Inquietante l'ipotesi che un boccone avvelenato possa essere di propostito stato gettato all'interno di un giardino privato; in quella casa c'erano altri 2 cani, fortunatamente solo uno l'ha inghiottito. Per altro sebbene il destinatario della polpetta letale fosse un animale, questa rappresenta un pericolo anche per gli umani, per i bambini in particolare, sia nei luoghi pubblici e ancora di più all'interno di una proprietà privata.

L'episodio è stato segnalato anche su Facebook per invitare gli altri possessori di cani ad un sopralluogo quotidiano del proprio giardino perché, spiegano dalla famiglia della pastore belga, il pericolo non è solo fuori.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa