logo1

Quanto ''pesa'' l'addio del VCO dal Piemonte?

Secondo il quotidiano " La Repubblica " il divorzio del Vco dal governo subalpino vale 3 miliardi di euro

torino palazzo giunta

 

Secondo ‘’La Repubblica’’ l’addio del VCO dal Piemonte vale 3 miliardi di euro. E’ da qui che iniziamo,  lasciando alla politica la discussione tra favorevoli e contrari.

 

Restando in tema di soldi è innegabile che pesino i 18 milioni di canoni idrici mai arrivati e non ci interessa neppure sapere se la colpa sia della giunta Cota o di quella Chiamparino.

Di fatto, restiamo la provincia che ha il reddito pro capite più basso: 17.800 euro contro i 21.000 della media regionale. Ma abbiamo il 6,8 per cento di disoccupazione contro il 9,1 del Piemonte.

Incastrati a cuneo nella ricca Svizzera, cerchiamo ancora una vocazione ben precisa, perché la fine dell’industria è stata pagata cara, con migliaia di posti di lavoro persi e professionalità smarrite, con  la perdita del casalingo nel Cusio, della Motefribre a Verbania, della siderurgia in Ossola.

Delle otto province piemontesi siamo quella che esporta meno: l’export è di 176 milioni, nettamente staccati da tutte le altre province.  

Stiamo bene a turismo, avendo avuto una crescita sui laghi, che  lentamente si sta allargando anche alle valli. L’anno scorso il VCO ha avuto 1 milione e 100 mila turisti, pari al 22 per cento del totale regionale.

Insomma, anche i numeri, e non solo la storia,  faranno parte del dibattito che si svilupperà  in queste settimane prima del voto del 21 ottobre.

Infine l’informazione. Innegabile che la Lombardia abbia più giornali, più tv, più siti online rispetto al Piemonte dove regna il monopolio. Non sappiamo come il VCO sarebbe trattatdall’informazione in Lombardia. Sappiamo come lo tratta quella del Piemonte. Proprio ‘’La Repubblica’’ dedica un ampio servizio al referendum; mezza pagina in cui però parla del VCO chiamandolo Verbano: come se Cusio e Ossola non esistessero.  Mentre, per poter sentire un servizio sul VCO sulla Rai, passano giorni: il tg regionale e il Gazzettino del Piemonte sono infarciti solo di notizie di Torino.

A meno che non ci sia l’eccezione di un referendum.....

 

Renato Balducci

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa