logo1

Riunione per discutere i 3 progetti per il nuovo ospedale: disertano Omegna, Cannobio, Domo e Borgomezzavalle

Il tavolo è in programma il 6 luglio. Forza Italia appoggia questi sindaci e chiede di sospendere l'iter per il nosocomio di Ornavasso

 ornavasso alto

 

Oltre la metà dei primi cittadini del VCO, sono poco meno di una quarantina, dopo l'ultima seduta della Rappresentanza dei sindaci dell'Asl dello scorso 24 aprile aveva chiesto all'Azienda sanitaria informazioni e relazioni e, nel frattempo, di non assumere altri atti. Info su ospedale unico, medicina territoriale e sistema delle emergenze. Regione e Asl non hanno risposto e sono andati avanti. La denuncia arriva dai sindaci di Domodossola, Omegna, Cannobio e Borgomezzavalle che per questo diserteranno l'incontro del prossimo 6 luglio per discutere la presentazione delle tre proposte progettuali di realizzazione del nuovo ospedale. Al tavolo parteciperanno l'assessore regionale Saitta, il vice presidente piemontese Reschigna e i rappresentanti di SCR. Rappresentanza monca di 2 membri su 5 quindi, non ci saranno Pizzi e Preioni. E neppure Marchioni e Albertella in qualità di rappresentanti dei distretti sanitari di Cusio e Verbano. I quattro primi cittadini spiegano che non parteciperanno ad alcuna riunione prima di aver ricevuto adeguate e dettagliate risposte e relazioni ai quesiti posti ed essersi confrontati nel merito, ribadendo nel frattempo l'invito ad ASL VCO, anche tramite SCR, a non assumere alcun atto o impegno di spesa.

Con questi sindaci si schiera Forza Italia che chiede di sospendere l'iter per il nuovo ospedale. L'onorevole Mirella Cristina e l'europarlamentare Alberto Cirio evidenziano un protocollo d'intesa per la costruzione dell'ospedale unico ormai scaduto, gli elevati costi per le opere di collegamento viario ed esprimono perplessità anche alla luce di quella che indicano come l'unica esperienza simile in Piemonte, il nuovo ospedale di Alba e Bra, che, dicono, sta mostrando una serie di forti criticità dal punto di vista idrogeologico ed infrastrutturale e i cui lavori, avviati nel 2005, non sono ancora conclusi. Prospettano nubi anche sulla gestione della struttura di Ornavasso: una spesa di 55,5 milioni di euro contro i 55 attualmente spesi per i due ospedali esistenti. E sempre in tema di risorse aggiungono che al momento risultano reperiti solo 60 dei 180 milioni preventivati per la costruzione del nuovo ospedale.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa