logo1

Prevenzione dei tumori femminili: il pubblico ha dialogato con i medici a Villa Caramora

Primo incontro de "Le parole che curano", ciclo promosso da Istituto Auxologico Italiano

verbania auxologico ginecologia

 

A Villa Caramora a Verbania si è tenuto il primo degli appuntamenti di "Le parole che curano", momenti dedicati alla prevenzione, aperti al pubblico che può dialogare con i medici, promossi da Istituto Auxologico Italiano. Riflettori puntati sulla salute della donna e sui tumori femminili: quello alla mammella resta la seconda causa di morte per la donna ma se preso per tempo la paziente ha una elevatissima possibilità di guarigione. La probabilità di sviluppo di un cancro al seno riguarda tutte le fasce d'età, anche le ragazze e le signore più anziane: le statistiche parlano di 1 donna su 45 fino ai 49 anni, 1 su 19 dai 50 ai 69, 1 su 23 tra i 70 e gli 84 anni.

La prevenzione può azzerare la mortalità per neoplasia al collo dell'utero, unica patologia tumorale per la quale è possibile vaccinarsi; rispetto ad alcuni tumori tipici dell'uomo come quelli a colon e polmone inoltre, quelli femminili sono molto più prevedibili. Da qui l'importanza della prevenzione primaria e secondaria, di aderire al Progetto Serena ma anche degli screening spontanei; è stato ricordato ad esempio che il semplice pap test, per quanto importante, non può sostituire la visita ginecologica.

A Villa Caramora attivata un'attività ambulatoriale di diagnostica ginecologica ed ostetrica, vi si accede con impegnativa del medico o con visita privata, per info rivogersi al cup di Auxologico. Disponibile anche un'unità senologica in stretta collaborazione con il radiologo.

Il lavoro a Villa Caramora s'integra e collabora con quello presso l'ospedale Castelli di Verbania.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa