logo1

Un piano Marshall per salvare le strade del VCO

E' stato chiesto dai sindaci leghisti (e non solo) alla Regione Piemonte. Il sen. Montani ha raccolto il grido d'allarme e farà da tramite con Ministero dell'Ambiente e Regione

quarna sopra frana

 

Un piano Marshall per salvare le strade della nostra provincia. Ecco quanto richiesto dai sindaci leghisti del Cusio e non solo alla Regione Piemonte. I primi cittadini della Valle Strona e delle Quarne hanno esposto le criticità viabilistiche inerenti ai loro territori presso il comune di Valstrona alla presenza del senatore Enrico Montani. Il parlamentare leghista si è fatto carico del "grido d'allarme" e si è preso l'impegno di fare da tramite con il ministero dell'Ambiente e con la Regione. La frana sulla strada provinciale delle Quarne è stata l'ultima in ordine di tempo. E proprio da quella si è partiti nell'analisi. "Abbiamo sinceramente rischiato una strage - ha sottolineato Carlo Quaretta, sindaco di Quarna Sopra -. Chiediamo a gran voce un intervento della Regione, come accaduto a Re. I 700 abitanti delle Quarne non sono di serie B e devono viaggiare in sicurezza sulla strada che li conduce a casa". "Alla Provincia non possiamo rimproverare nulla da novembre ad oggi - ha aggiunto Paolo Gromme di Quarna Sotto -. Con quel poco a disposizione è riuscita a darci una mano, asfaltando un tratto di 2 chilometri nei due paesi. Chi non si è mai visto è l'ente regione". Una proposta di protesta contro il vicepresidente regionale Aldo Reschigna e contro la sua giunta è arrivata da Paolo Marchesa Grandi, sindaco di Loreglia. "La Regione deve riconoscere al Vco i suoi canoni idrici che valgono 18 milioni all'anno - ha affermato -. Se le risorse non arrivano è giunto il momento di invadere con le fasce tricolori piazza Castello a Torino e di restare lì fino a quando Reschigna e Chiamparino non ci daranno risposte". A tirare le fila è stato direttamente Montani, supportato anche dall'ex senatore Valter Zanetta e dal sindaco leghista di Borgomezzavalle Alberto Preioni. "Il Vco deve fare squadra perché a Torino non sanno nemmeno chi siamo - ha chiosato -. Qualcuno si stupisce della volontà di passare in Lombardia, ma ricordo che alla provincia di Sondrio la regione lombarda versa tutti i canoni idrici. Il prossimo 31 maggio incontrerò il nuovo governatore della Lombardia insieme ai consiglieri provinciali per iniziare ad intavolare il discorso. Il Vco è in grave sofferenza, le strade ne sono la testimonianza. È ora che qualcuno si faccia avanti per aiutarlo".

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa