logo1

Provoca incidente e fugge. Arrestato

Provoca incidente e fugge. Rintracciato dagli agenti della Municipale li aggredisce. L'albanese arrestato dalla Polizia

verbania incidente

 

Provoca un incidente e fugge, poi malmena gli agenti della Polizia municipale di Verbania: arrestato domenica pomeriggio un albanese già noto alle forze dell’ordine. L’uomo, intorno alle 16, alla guida di una Bmw, all’altezza del bivio per Cavandone, ha tamponato violentemente la macchina che lo precedeva, e sulla quale viaggiavano un uomo, una donna e un bambino di 6 mesi. Non si è fermato a prestare soccorso, ma è ripartito a tutta velocità. Poco avanti, però, c’erano le auto in coda per un taglio delle piante tra Suna e Fondotoce. La Bmw ha superato una serie di veicoli, ma è stata notata da una pattuglia della Municipale incolonnata. I vigili si sono subito lanciati all’inseguimento. La Bmw ha proseguito, poi ha fatto inversione tornando verso Suna. La municipale l’ha bloccata alla Beata Giovannina. Il conducente è sceso ed è fuggito a piedi. Stava cercando di scavalcare la recinzione di una villa, quando gli agenti lo hanno afferrato e tirato a terra, lui ha resistito cercando di divincolarsi e ha ferito entrambi. Nel frattempo è arrivata sul posto la Polizia Stradale che, con una pattuglia della Questura, era intervenuta per il tamponamento causato dall’albanese. I due fatti sono stati subito collegati e l’albanese è stato arrestato dalla Polizia. Nonostante fosse in evidente stato di ubriachezza ha rifiutato di sottoporsi all’etilometro. Deve rispondere di omissione di soccorso, fuga dopo incidente, rifiuto di sottoporsi all’etilometro, guida senza patente (che gli era stata ritirata a inizio anno), resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Il giudice Raffaella Zappatini stamattina ha convalidato l’arresto e disposto per l’uomo l’obbligo dei domiciliari. I due adulti a bordo dell’auto tamponata hanno riportato ferite guaribili in dieci giorni, lievi lesioni anche per il bambino. Gli agenti della Municipale hanno invece prognosi di 2 e 7 giorni.  L’albanese, trent'anni circa, residente a Gravellona Toce, fino alla settimana scorsa aveva l’obbligo di dimora per furti commessi nella zona. 

 

 

Maria Elisa Gualandris

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa