logo1

Esercitazione del soccorso alpino a Domobianca

Week end di lavoro intenso per i volontari del soccorso alpino Valdossola. All'alpe Lusentino approfondite le tecniche di intervento in caso di valanghe

 
domobianca soccorso
 
 
Giornata di intenso lavoro ieri per il Soccorso Alpino. La domenica è iniziata con un aggiornamento per i tecnici a Domobianca, sulle manovre invernali di soccorso. Contemporaneamente, alcuni volontari hanno seguito la formazione dei nuovi iscritti organizzata a livello regionale. L’aggiornamento ha permesso di approfondire le nuove applicazioni presenti negli Artva di ultima generazione, un valido aiuto nella ricerca di chi viene travolto da una valanga.
Rivisto anche l’utilizzo del Toboga sia in calata che in recupero sul terreno scosceso, sfruttando ancoraggi artificiali o creati utilizzando un gruppo di persone. 
Mentre si svolgeva l’esercitazione, la stazione di Vigezzo è intervenuta a Finero in supporto all’elisoccorso per una donna di 60 anni, della provincia di Varese, deceduta un centinaio di metri da dove aveva lasciato l’auto per iniziare una passeggiata. Purtroppo non c’era più nulla da fare. Poco dopo sempre i volontari di Vigezzo sono andati in soccorso di un quarantenne scivolato sul ghiaccio al monte Zicher. Infine, sempre i volontari vigezzini con il gruppo di Cannobio è entrato in azione per il recupero di un uomo svizzero, classe 1972, stroncato da un malore mentre svolgeva dei lavori nei pressi della sua baita a Falmenta. 
 
 
 
Maria Elisa Gualandris
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa