logo1

In tanti questa mattina a salutare il Prof. Sparano

verbania collegio santamariaOfficiati questa mattina a Pallanza i funerali del Prof. Franco Sparano, storico docente al Collegio Santa Maria, tanta la folla di amici, ex alunni e non solo, l’amministrazione verbanese si muove per salvaguardare il patrimonio scientifico lasciato dal professore…

Era davvero molta la folla di amici ex alunni del Santa Maria ma anche di amministratori e confratelli alla Chiesa di San Vittore in Verbania Pallanza. In tanti hanno voluto dare l’estremo saluto al professor Pasquale Franco Sparano, comparso nella giornata di domenica ad 81 anni dopo una lunga malattia. Tutti hanno voluto tributare gratitudine e riconoscenza alle opere di un uomo che ha dedicato la sua vita al voto mariano, entrando nella congregazione dei Padri Marianisti, all’insegnamento delle scienze ed in particolare dell’astronomia e all’educazione dei giovani. Nella giornata di ieri l’amministrazione comunale si è mossa con una lettera indirizzata al Prof. Evasio Rota, ultimo rettore del Collegio Santa Maria, al fine di salvaguardare il patrimonio scientifico del Professore ancora in essere nelle aule del fu collegio Santa Maria: “Nell’immediatezza dell’infausto evento mi sono pervenute – ha scritto il primo cittadino - da parte di associazioni culturali e istituzioni scolastiche cittadine, oltre che parole di sincero rammarico per la perdita di così preziosa persona, anche sollecitazioni affinché l’Amministrazione si renda disponibile a salvaguardare e valorizzare il Planetario progettato e costruito da Fratello Sparano e tutto il patrimonio museale da lui pazientemente e sapientemente raccolto. Per questo segnalo la più completa disponibilità dell’Amministrazione ad essere parte propositiva e attiva in un auspicabile progetto di conservazione e valorizzazione del patrimonio museale e del planetario di Fratello Franco Sparano affinché gli stessi diventino fruibili da studenti e cittadini”. Un planetario ai limiti della perfezione realizzato con i suoi alunni sul finire degli anni 90 ed un vero e proprio museo che comprende pezzi di alto lignaggio. Un tesoro scientifico che non merita di andare perduto.

GT

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa