logo1

L'Arte dell'Ossola raccontata ad Orcesco

mostra arti valli ossola

Nella frazione di Druogno il 19 e il 21 agosto l'esperto d'arte il dottor Marco Audisio parlerà del Quattrocento, del Cinquecento, del Seicento e del Settecento ossolano

«Arte nelle Valli dell’Ossola» è una breve rassegna di storia dell’arte dal taglio divulgativo incentrata sui principali protagonisti della cultura figurativa e artistica che hanno caratterizzato le valli dell’Ossola. Il primo incontro sarà una panoramica delle principali opere d’arte del Quattrocento e del Cinquecento e quindi delle più importanti personalità che hanno animato un luogo ricco di storia e arte tra cui Francesco De Tatti, Sperindio Cagnola, Antonio Zanetti da Bugnate, Battista da Legnano, Giacomo da Cardone, Francesco Balconi, Domenico e Andrea Merzagora. Il secondo incontro indagherà invece alcune personalità che hanno lavorato nelle valli ossolane lasciando testimonianze significative tra il Seicento e il Settecento come Tanzio da Varallo, Luigi Reali, Giacomo Minoli, Godfred Maes, Giuseppe Torricelli da Lugano e Giuseppe Mattia Borgnis.

Gli incontri oltre a presentare le personalità sopra dette e alcune delle opere più importanti, vogliono essere l’occasione per mettere a fuoco il contesto artistico entro cui queste figure hanno operato e vissuto attraverso confronti con la coeva produzione di altri centri d’Italia. La rassegna è realizza e curata dal Dott. Marco Audisio laureato in storia e critica dell’arte e attualmente iscritto al corso di perfezionamento in beni storico artistici all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e in collaborazione con l’Associazione Insieme per Orcesco. Gli incontri si svolgeranno presso la Sala CEA di Orcesco (frazione di Druogno) lunedì 19 agosto e mercoledì 21 agosto 2019. Entrambi gli appuntamenti, a ingresso libero, si svolgeranno a partire dalle ore 18:00.

 

Breve trafilo dell’autore:

Marco Audisio è laureato in storia e critica dell’arte all’Università degli Studi di Milano. È attualmente iscritto al secondo anno del corso di perfezionamento post laurea in beni storico artistici all’Università Cattolica del Sacro cuore di Milano. Nel 2019 ha collaborato presso l’ufficio beni culturali dell’Arcidiocesi di Vercelli in qualità di schedatore del patrimonio storico artistico dell’Arcidiocesi. Nello stesso anno ha tenuto presso l’Università Popolare di Vercelli il corso di storia dell’arte incentrato sulla figura di Gaudenzio Ferrari. Il suo principale ambito di studio è la pittura lombarda dal 1400 al 1700. 

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa