logo1

Domani giornata di sensibilizzazione ambientale e artistica alla Vasca di Craveggia

rio vasca
 
Eventi in plein air dalle 10 alle 15. L'iniziativa è dei Giovani artisti vigezzini in collaborazione con Salviamo il Pesaggio Valdossola
 
 
L'evento è condiviso dal gruppo Giovani Artisti Vigezzini con un consistente numero dei più celebri artisti del VCO, in collaborazione con Salviamo il Paesaggio Valdossola, nell’intento di avviare in loco un sereno ma critico confronto partecipato sulle trasformazioni invasive e pervasive del Paesaggio naturale di montagna, cagionate dai progetti e dalle infrastrutture dell'uomo.   Attraverso l'esposizione en plein air delle proprie creazioni d'arte, quadri, pitture, sculture, composizioni, opere figurative, disegni e fotografie, i    promotori dell’evento invitano tutti i cittadini interessati a conoscere da vicino un angolo sorprendente del territorio ossolano, insieme a coloro che lo ritraggono con immagini d’arte di varie forme.
 
Il nome del happening, che si svolgerà all’aperto nell'ammirevole scenario del Rio Vasca e del suo bel ponte romanico, è RADICI LIQUIDE. Anche il libro inchiesta sullo sfruttamento dei corsi d’acqua minori della rete idrografica alpina, scritto da Elisa Cozzarini per l’editore veneziano Nuova Dimensione, si intitola Radici Liquide.  L’appuntamento è lungo la strada carrozzabile Craveggia-Blitz, all'altezza del posteggio del Rifugio La Vasca, come risulta dalla locandina promozionale  allegata.
 
“PROGETTO DI NUOVO IMPIANTO MINI-IDROELETTRICO” è invece la pratica per la realizzazione dell'ennesima centralina con derivazione in alveo, in esame di Valutazione di Impatto Ambientale presso la Provincia di Verbania, che un'impresa privata vorrebbe      costruire con l'acqua libera del Rio Vasca. Nessun torrente della Valle Vigezzo è riuscito a sottrarsi fin’ora dalla corsa al mini-idroelettrico, avviata una decina d’anni fa grazie agli    incentivi dello Stato che rendono più di ogni investimento di borsa. Il Rio Vasca da alcuni anni resiste all’assalto di chi vorrebbe cancellare per interessi economici personali un              ecosistema acquatico che i nostri figli rischiano di non vedere mai più, ma ora potrebbe capitolare.
 
I visitatori dell’esposizione artistica all’aperto potranno ammirare le opere della   generazione creativa giovane della Valle Vigezzo (Serena Guerra, Daniele Giambi, Davide e Serena Gubetta, Gabriele Cantadore, Alberto Clementi) che si confronteranno con            alcuni master dell'arte professionale, già conosciuti ed apprezzati in mostre blasonate     (Alessandro Giozza, Ornella Pelfini, Giorgio da Valleggia, Irene Volpone, Sergio Saccani,    Carola de Antoni, Alberto Poggia, Maria Stefania Tornese, Raffaele Baroffio, Marcello   Francone, Stefano   Maestrini, Salvatorino Casula, Andrea Lenny e Valentino Santin).                                           
Allieterà l'evento l'ensemble musicale Murmur Mori di Toceno, con i propri originali     strumenti e canzoni. 
 
Durante la giornata verrà girato un corto documentaristico dal regista Matteo Ninni, nel quale verranno esposte sotto forma di intervista i dati scientifici, le ragioni ed opinioni in merito al discapito del paesaggio, del suolo e del corso d'acqua, a seguito della realizzazione di un impianto idroelettrico.  
 
Un cordiale arrivederci dunque alla Vasca di Craveggia dove, oltre a poter ammirare alcune opere esposte su cavalletto, il visitatore potrà osservare dal vivo gli artisti intenti nelle proprie attività di pittura, di scultura e di fotografia. Ci auguriamo che la giornata sia soleggiata, che le bellezze autunnali dei nostri posti possano risplendere sempre anche in futuro, che i pensieri e le valutazioni di ognuno possano arricchire il nostro vivere in armonia con la Natura.
 
In caso di maltempo, la giornata di sensibilizzazione ambientale sarà riproposta il sabato seguente 16 novembre 2019 allo stesso orario e nello stesso luogo.
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa