logo1

Le precisazioni del "sindaco sceriffo" Lucio Pizzi dopo il tam tam mediatico

La notizia della maxi multa alla minorenne per la pipì in piazza ha fatto il giro dei media nazionali. Oggi anche l'intervento del Pd domese

 

pizzi lucio

 

Lucio Pizzi oggi anche a Tagadà su La 7, dove si è parlato del “Sindaco sceriffo che multa tutti (per tutto)”, ma l’episodio della sanzione da 5 mila euro ai genitori della minorenne che nel cuore della notte ha fatto pipì in piazza a Domodossola ha fatto il giro dei media nazionali.

Alla luce di questo tam tam, le considerazioni del sindaco Pizzi che ha evidenziato la necessità del senso civico e delle buone pratiche alimentino le buone pratiche, mentre il lassismo genera degrado.

Nel caso specifico precisa – come fatto anche oggi in tv - che l’indagine amministrativa è stata conseguenza della segnalazione di un cittadino che ha assistito all’evento e dopo poche ore si è presentato alla Polizia Municipale, lamentandosi anche di aver avuto con la ragazza un’accesa discussione. Il sistema di videosorveglianza è stato utilizzato per accertare la violazione e procedere così come stabilito dalla normativa nazionale: diversamente si sarebbe prefigurata un'omissione di atti d'ufficio. Anche l’importo della sanzione è stabilito dalla legge ed è interamente destinato allo Stato. <La ragazza non va certo criminalizzata, e tanto meno i genitori> dice il sindaco, < tra l’altro mi risulta si sia anche scusata con chi ha proceduto alla segnalazione, gesto più che apprezzabile> ha aggiunto Pizzi, concludendo che entro pochi mesi sarà completato il sistema di videosorveglianza nel Borgo della Cultura.

Sulla questione è intervenuto anche il PD domese che ricorda come l’ordine del giorno sul problema alcol e droga sia stato respinto dal consiglio comunale “Perché

il sindaco non accetta che le minoranze gli diano dei suggerimenti” scrivono.

“Ma non era un falso problema?” chiedono, e concludono: “Siamo stufi di vedere la nostra città ostaggio delle necessità mediatiche di Pizzi, i cui provvedimenti potrebbero ritenersi condivisibili solo a fronte di un’azione di sensibilizzazione adeguata che ad oggi non risulta ancora essere stata messa in campo”.

Pin It

Web TV

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa