logo1

Padre Joseph rimane a Ramate

Il Vescovo gli ha concesso il nullaosta. La popolazione si era mobilitata per chiedere la sua permanenza, raccolte quasi seicento firme

 

ramate prete

 

Novità positive per padre Joseph Irudaya Raj, il frate carmelitano indiano che dal 2009 è coadiutore presso la parrocchia di Ramate. Domenica, al termine della messa, ha infatti annunciato che il vescovo, monsignor Franco Giulia Brambilla, gli ha concesso il nullaosta per rimanere ancora a Ramate. La mobilitazione della comunità casalese, che in poche settimane ha raccolto quasi seicento firme per chiedere la sua permanenza, ha avuto dunque l’effetto sperato. Per la verità ora deve arrivare il via libera anche dall’ordine carmelitano, ma dopo la lettera del Vescovo non ci sono dubbi sul fatto che padre Joseph possa continuare a svolgere il sacerdozio a Ramate almeno fino al prossimo settembre. “ Tutto questo affetto mi ha commosso, sinceramente non me l’aspettavo: è la testimonianza che c’è un forte senso di comunità e non posso che esserne fiero e soddisfatto. Ora non mi resta che proseguire con ancora maggiore attenzione ed entusiasmo nel mio ruolo” le parole di un emozionato padre Joseph. La mobilitazione ha un po’ sorpreso anche don Gianmario Lanfranchini, vicario territoriale del Cusio. “ Questi molteplici attestati di stima nei confronti di padre Joseph confermano la bontà del suo operato, ma il suo spostamento non è mai stato all’ordine del giorno” ha spiegato don Gianmario. 

 

di Daniele Piovera

Pin It

Web TV

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa