logo1

La BBC racconta Gurro

Una giornalista inglese indaga sulla storia-leggenda dell'origine scozzese dei suoi abitanti

 

 

gurro1

La BBC racconta Gurro, paese di poco più di 200 abitanti in valle Cannobina. Il motivo? Le origini scozzesi dei suoi abitanti. “The Italian highlanders who may have Scottish roots’ il titolo dell’articolo firmato da Dany Mitzman e pubblicato proprio ieri on line; si parla degli abitanti di questo piccolo paese incastonato nelle Alpi italiane e dei tanti indizi che li legano alla Scozia: dallo strano dialetto ai cognomi particolari, dalla Croce di Sant’Andrea che caratterizza l’architettura locale fino al costume tradizionale delle donne che ha una sottana che richiama decisamente il tartan.

Mitzman ricorda che migliaia di italiani nel XX secolo emigrarono in Scozia e apre poi le porte a quella che sembra essere più di una leggenda: il fatto che 400 anni prima un gruppo di scozzesi si sia insediato proprio in valle Cannobina. La storia-leggenda parla di mercenari scozzesi al servizio del re francese Francesco I che si erano rifugiati a Gurro, s’ipotizza che qualcuno non se ne sia mai andato perché quelle montagne ricordavano le loro highlands.

La giornalista inglese ha anche incontrato diversi gurresi e riportato le loro testimonianze. Il ricordo corre all’ antropologo amatoriale scozzese, barone di Lochoreshyre, che nel suo libro ‘Il Clan Perduto’ conferma che Gurro avrebbe potuto rivendicare la discendenza scozzese. Nel 1973 con una grande festa il barone adottò i gurresi nel suo clan.

Oggi questa tradizione è raccontata in un museo e l’osteria del paese si chiama ‘Circolo degli scozzesi’.

Un articolo ampio e corredato da diverse fotografie quello della Mitzman che, siamo certi, ha solleticato la curiosità dei lettori. La speranza è che, in anni in cui il turismo è sempre più in cerca di tipicità, storia e piccole realtà ancora tutte da scoprire, la presenza di questi highlanders italiani sia un motivo in più per venire a visitare il nostro territorio.


Web TV

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa