logo1

Vogogna: il consiglio comunale approva all'unanimità l'ampliamento sul suo territorio del Parco Nazionale Val Grande

 vogogna palazzo pretorio

Presente anche il presidente dell'ente Massimo Bocci. Il sindaco Borghi: "Vogogna ha cambiato volto dal 1995 anche grazie all'ingresso nel Parco Nazionale Valgrande"

 

Comunicato stampa Comune di Vogogna - Il Consiglio Comunale di Vogogna, riunitosi sabato 28 aprile nella consueta sede di Palazzo Pretorio, ha approvato all'unanimità la delibera di proposta di ampliamento del Parco Nazionale della Valgrande sul territorio vogognese. L'ampliamento dell'area protetta ricomprenderà nel perimetro del Parco le aree SIC (Sito di Importanza Comunitaria "Greto del Torrente Toce")) e ZPS (Zona di Protezione Speciale "Fiume Toce") che presentano caratteristiche importanti per la migrazione e la nidificazione degli uccelli, nonchè la fascia fluviale del Toce come definita dal Piano di Assetto Idrogeologico del Fiume Po.  Alla seduta consiliare è intervenuto anche il Presidente del Parco Nazionale Valgrande, Massimo Bocci, che nel suo intervento di illustrazione delle motivazioni dell'ampliamento ha ricordato come questo ampliamento renderà possibile la continuità territoriale con il confinante comune di Premosello Chiovenda anch'esso interessato da procedure di ampliamento che interessano la fascia fluviale del Toce e garantirà anche l'ingresso di territorio del comune di Ornavasso che ha già deliberato in tal senso sempre con riguardo alla zona del fondovalle ossolano. Sempre il Presidente Bocci ha sottolineato come tale ampliamento va nella direzione di fare del Parco Valgrande il territorio di applicazione del Collegato Ambientale, con la Strategia delle Green Communities e con il pagamento dei servizi ecosistemici a favore delle comunità locali, andando nella direzione di sostenere l'agricoltura locale di qualità e compatibile, il sostegno al turismo naturalistico dolce (con il sistema di piste ciclabili di collegamento Lago Maggiore-bassa Ossola) e la sperimentazione di nuovi modelli di sviluppo sostenibile.  "Vogogna -ha dichiarato in consiglio comunale il Sindaco, on. Enrico Borghi- ha cambiato volto dal 1995 anche grazie all'ingresso nel Parco Nazionale Valgrande. Il centro storico e la suggestiva frazione di Genestredo sono stati recuperati e valorizzati nel modo da tutti apprezzato e constatato, e ora ci accingiamo ad un ulteriore salto di qualità, grazie ad un ampliamento concertato con la comunità locale nel corso di diversi incontri nell'ambito dell'iniziativa ComuniTerre e che non ha visto nessuna osservazione contraria in tutto il periodo di pubblicazione effettuato. Nasce a tutti gli effetti un Parco fluviale ed agricolo, in grado di tutelare le caratteristiche quali ad esempio l'area paludosa del canneto di  Prata e di sostenere l'agricoltura di qualità che in questi anni è tornata a rinascere in paese". 

 
Ora la parola spetta al Ministero dell'Ambiente, che dovrà emanare il decreto di ampliamento del perimetro del Parco Nazionale Valgrande che oltre a Vogogna interesserà anche i comuni di Premosello Chiovenda, Ornavasso e Verbania. 
 
Nella seduta di sabato, il consiglio comunale ha provveduto a varare -sempre all'unanimità- il conto consuntivo 2017 (che chiude con un avanzo di amministrazione di 54.734,31 €) e ad approvare la proposta di gestione associata dell'Unione Montana Valli dell'Ossola per l'attuazione delle linee strategiche e digitalizzazione degli enti locali. Approvato infine un ordine del giorno, presentato dal capogruppo di maggioranza Marco Stefanetta, contro la chiusura della filiale di Vogogna del Banco Popolare-BPM.  
 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa