logo1

Danni nel centro storico, tre giovani denunciati dai Carabinieri

carabinieri auto00


Atti vandalici nel centro storico domese : carabinieri individuano gli autori. Tre giovani denunciati


Identificate e denunciate dai Carabinieri di Domodossola le tre persone che, la settimana scorsa, hanno fatto danni nel centro storico di Domodossola dove hanno lanciato bottiglie, preso a calci vetrine e rovesciato fioriere. Si tratta di un gruppo di giovani che è stato visto aggirarsi a piedi nel centro storico domese, tra Piazza Mercato e Via Briona: il gruppo aveva causato forti schiamazzi e fatto danni. Residenti della zona hanno allertato telefonicamente i Carabinieri, che sono risaliti ai responsabili che avevano sfidato il freddo “riscaldandosi” con una buona dose di alcool e danneggiando l’arredo urbano.

Ad aiutare i carabinieri sono stati alcuni passanti e le telecamere di sorveglianza di diversi locali pubblici che hanno ripreso il gruppetto di giovani che è stato denunciato: si tratta di un trentaseienne e di un venticinquenne di Domodossola, e di un trentunenne di Premosello Chiovenda; l'accusa è danneggiamento aggravato e ubriachezza. Sempre nel fine settimana qualcuno aveva anche rotto le panchine nei pressi di Palazzo San Francesco, una conferma dei vandali notturni che sanno solo far danni in città.

Intanto, sull'accaduto, si discute a livello politico. Il Partito Democratico ha diramato un comunicato per stigmatizzare quando avvenuto. ''Questa amministrazione - dice il pd - ci ha martellato con i questuanti e con i migranti, ma ha mantenuto un silenzio assordante sul degrado mentale e sociale di cui il vandalismo del sabato sera è solo la spia''.

Il Pd riconosce la difficoltà della soluzione del vandalismo, presumibilmente a prevalenza giovanile, ma ''ritiene che ci sono diversi punti dai quali partire per affrontare il problema. Uno di questi punti è certamente l’abuso del consumo di alcool tra i giovani, che si accompagna, quale una delle cause scatenanti, agli atti vandalici del fine settimana. La nostra mozione da discutere in consiglio comunale chiama a raccolta, oltre alle Commissioni consiliari e alla Consulta Giovani, anche i tecnici dell’ ASL ed i dirigenti degli Istituti scolastici''. Il partito democratico chiede anche che ''sia ripresa l’ordinanza rivolta agli esercizi commerciali sulla limitazione al consumo di bevande alcoliche, ordinanza emessa un anno fa e che definiva tempi e modi sulla vendita di questi prodotti''.

 

Renato Balducci

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa