logo1

Con AIS VCO tre serate dedicate al vino della zona di Bordeaux

Si proseguirà con un evento con cena all'insegna del Lambrusco. Dal 15 febbraio 2018 riparte il primo livello del corso per sommelier, aperte le iscrizioni

 

ais bordeaux

Per 'Atelier du Vin', tre serate dedicate alle più importanti zone di produzione vinicola del mondo. Un mini-corso voluto dalla delegazione del VCO dell'Associazione Italiana Sommelier che si tiene all'Hotel Des Ilees Borromées di Stresa e punta i riflettori sulle produzioni dell'area di Bordeaux e sull'origine di un mito fatto di secoli di grandissimi vini, i più importanti del mondo: l'immagine stessa del vino, dall'Africa all'America, è quella del vino bordolese, termine di paragone per tutti i nettari di bacco del globo.  Il vino bordolese nasce tra il 12° e il 13° secolo a fini strettamente commerciali: era la zona vinicola più prossima all'Inghilterra, le produzioni finiscono sulle tavole dei nobili inglesi e poi il mercato si amplia a tutto l'Impero. Lo ha spiegato il relatore Roberto Marro, sommelier AIS e giornalista. A fare gli onori di casa invece il delegato AIS VCO Luca Molino.La prima serata lunedì scorso, le successive i prossimi due.

Gli appuntamenti di AIS VCO proseguiranno poi con una serata con cena dedicata al Lambrusco. Intanto al via le iscrizioni per il primo livello del corso di qualificazione professionale per Sommelier che inizierà il 15 febbraio 2018. Info sul sito www.aispiemonte.it.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa