logo1

Un Natale diverso a Omegna

omegna albero natale

Il grande albero sul lago, i mercatini, l'igloo, la pista di pattinaggio, tanti momenti di intrattenimento e il trenino che non ha mancato di suscitare qualche polemica. Così il capoluogo Cusiano si prepara alle feste.

Sarà un Natale diverso dal solito quello che si appresta a vivere, e in parte sta già vivendo, la città di Omegna. Un albero natalizio sul lago, alto dieci metri e illuminato da 25 mila luci led; c’è un igloo, anch’esso luminoso e anche la pista di pattinaggio in riva al lago che entrerà in funzione nei prossimi giorni. Ci sono i mercatini, le mostre e non poteva mancare, accanto a Babbo Natale, anche il trenino che collega i vari punti della città interessati alla manifestazioni. In questo caso non sono mancate le polemiche. Non per quanto riguarda il trenino, che tutti, soprattutto i bambini, hanno apprezzato, ma per il luogo in cui sosta: la fermata, la stazione insomma. Il trenino si ferma proprio in largo Cobianchi davanti all’igloo nascondendo così proprio una delle attrazioni principali del Natale. Una polemica destinata comunque a spegnersi. Dai prossimi giorni il caratteristico trenino, su richiesta dell’amministrazione comunale, quando non sarà in funzione non sosterà più davanti all’igloo, ma sarà posizionato in località Verta e lì ben custodito. Il resto delle manifestazioni sono tutte confermate a cominciare da quelle di sabato e domenica con la mostra dei lavori natalizi nel salone Santa Marta, le letture animate in Ludoteca con effetti luminosi davvero speciali, il Natale a testa in giù sempre in ludoteca. Insomma tante iniziative che hanno anche il significato di mettere in evidenza una città che vuole superare la crisi e per farlo mette in mostra, è il caso di dirlo, le sue forze migliori. Se sui social network spopola l’immagine dell’albero di natale che si specchia nelle acque del lago e di Babbo Natale che esce dall’igloo, nel resto della città è invece tutto un fiorire di iniziative che si protrarranno sino all’8 gennaio. Mercatini, concerti , laboratori teatrali per i bambini e, non poteva mancare ad Omegna, lo spettacolo piro musicale in cartellone la sera del 18 dicembre. Fuochi d’artificio con accompagnamento musicale. Il tutto in attesa della Notte Santa, il 24 dicembre, quando ad attendere la nascita del Salvatore ci sarà il suono della cornamusa e l’accensione dell’albero di Natale a Crusinallo stavolta non con luci led ma con centinaia di candele. Giusto per ricordare che questo Natale è davvero luminoso.

 

di Vincenzo Amato

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa