logo1

Agenti di Polizia avranno in dotazione lo spray al peperoncino

Spray al peperoncino, nuovo mezzo di autodifesa per gli agenti di Polizia del Vco

 

verbania polizia spray peperoncino

Spray al peperoncino a disposizione degli agenti della Questura e dei commissariati: un nuovo mezzo di autodifesa introdotto a livello nazionale e presentato dal Questore Salvatore Campagnolo.   Lo spray è in dotazione dal 3 febbraio ma fino ad oggi nel Vco non è ancora stato necessario l'utilizzo. “Al momento lo utilizzano gli operatori in servizio esterno – ha detto Campagnolo -, poi sarà esteso anche Polizia Stradale, di frontiera e Polfer. E' utile nelle fasi in cui la comunicazione ordinaria non è sufficiente a far desistere il soggetto, evitando di intervenire in maniera più cruenta. L'effetto è di bloccare l'interlocutore esagitato per consentire agli agenti di immobilizzarlo”. Per iniziare ad usare lo spray al peperoncino è stata necessaria un'attività di formazione dal punto di vista giuridico, medico e pratico. “L'effetto è urticante – ha spiegato Mauro Delle Donne, medico della Polizia di Stato -,  provoca una congestione delle mucose come una forte congiuntivite. Il soggetto che viene raggiunto al volto prova un forte senso di bruciore, che lo spinge a fermarsi e portare le mani agli occhi”. Gli agenti dopo aver spruzzato, devono provvedere a rassicurare il soggetto, che è sicuramente spaventato, e a decontaminarlo, con acqua corrente ove possibile o altrimenti con la soluzione salina, anche essa in dotazione. L'effetto dura tra i 60 e i 90 minuti, si tratta di una sostanza innocua. Il getto della bomboletta arriva fino a 3 metri.

Maria Elisa Gualandris

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa