logo1

Tutti d'accordo (o quasi) sul nuovo ospedale del VCO

vconotizie

I numeri: 353 i posti letto, più degli attuali. 50 mila i metri quadrati. Costo stimato, 145 milioni di euro

Tutti d’accordo (o quasi?) sul nuovo ospedale del Vco. Sembra così almeno a chi ha partecipato all’incontro dell’assessore regionale alla sanità Antonio Saitta, con il vice presidente della Regione Aldo Reschigna, e i sindaci del Vco. Il progetto , seppur a grandi linee, è stato presentato in un clima molto diverso da quello carico di tensioni che si respirava poco più di un anno fa, quando si parlava di “sacrificare” uno dei due ospedali tra San Biagio e Castelli. Lo ha fatto notare il segretario della Cisl Luca Caretti: “Prendiamo atto di una scelta che unisce il territorio”. Il sindaco di Verbania Silvia Marchionini ha commentato: “con questo progetto guardiamo al futuro, è quello di cui il territorio ha bisogno. Notiamo anche come i tempi fino ad ora siano stati rispettati”. Piena collaborazione dal Comune di Ornavasso, dove sorgerà il nuovo ospedale, come ha confermato il primo cittadino Filippo Cigala Fulgosi: “Partecipando ai tavoli tecnici ho riscontrato un alto livello di professionalità. Per quanto riguarda la strada di collegamento tra la superstrada e l’ospedale, sarà il Comune a seguire il progetto. Il prossimo 13 dicembre è previsto un incontro con l’Anas che si è detta disponibile a inserire la realizzazione del nuovo svincolo nel piano degli investimenti”.  Cigala Fulgosi ha anche ribattuto alle critiche mosse dall’ex senatore Valter Zanetta, che aveva evidenziato come l’area sia collinare e quindi non ideale, in particolare per i costi aggiuntivi che comporterà la realizzazione del parcheggio multipiano (il progetto è da 14 milioni).
Ma venendo ai numeri del nuovo ospedale: in tutto i posti saranno 353 (attualmente la somma dei posti letto di San Biagio e Castelli è di 265). Saranno previsti 50 posti letto post acuzie, in modo da creare il fulcro della rete ospedaliera integrata con la rete di assistenza territoriale.
I metri quadrati totali saranno 50 mila di cui 16 mila per la degenza e 14 mila per diagnosi e terapie: si svilupperà su tre o quattro piani e l'impronta  a terra sarà di 15 mila metri quadri. Altri 10mila saranno destinati al parcheggio pluripiano. Secondo  le prime stime, costerà 131 milioni di euro per la parte ospedaliera e 14 milioni di euro per il parcheggio.
Per arredi e tecnologie si recupererà parte di quelle in uso e l'acquisto della parte restante costerà circa 18 milioni di euro. Altri 10 milioni serviranno per acquistare tutte le nuove grandi attrezzature.
Essendo un progetto di partenariato misto, pubblico e privato, il finanziamento pubblico non potrà superare il  30% del totale, cioè 51 milioni di euro.  Prossimo passo significativo sarà entro gennaio la presentazione del piano economico finanziario.

 

di Maria Elisa Gualandris

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa